I luoghi della psicoterapia online

L’aiuto psicologico che puoi portare con te

La psicoterapia online rompe schemi e regole della psicologia classica e dell’immaginario che la accompagna. La stanza del terapeuta apre le sue porte e il professionista arriva direttamente da te. Da te, ovunque tu sia. Non solo a casa o nella tua stanza, ma in qualsiasi luogo ti faccia sentire a tuo agio, che ti offra la privacy che ti serve e che ti permetta di esprimerti durante la seduta.

Questo articolo offre un nuovo racconto della psicoterapia online, e dunque, della psicoterapia in generale. Chi scrive sono sempre io: Laura Princivalli iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e Psicoterapeuta interazionista in formazione ed è un piacere per me prenderti per mano e accompagnarti alla scoperta dei luoghi dello/a psicoterapeuta online e delle persone che si rivolgono a lui o a lei. Se hai delle questioni aperte o desideri iniziare un percorso psicologico online, puoi contattarmi a info@psicoterapeuta-online.com

Psicoterapia online: dove e quando?

Molto spesso quando si pensa a un percorso psicologico mediato da mezzi di comunicazione digitali, si ipotizza uno schermo che divide il terapeuta dal cliente, entrambi all’interno della loro stanza di fronte a un computer.

“La psicoterapia online è nella realtà molto più di questo: il ribaltamento non è solo negli strumenti utilizzati, ma nel modo di intendere lo spazio e la relazione.”

Il terapeuta, certamente, assicura una connessione stabile e una stanza che garantisca la privacy e la riservatezza necessarie ai fini della seduta e dello svolgimento della propria professione, senza interruzioni né imprevisti.

Il cliente non ha regole su dove e come connettersi, non è necessario che il mezzo utilizzato sia il pc: un tablet, o uno smartphone vanno benissimo, purchè supportino le funzioni audio e video. Ciò significa che puoi connetterti in qualunque posto tu ti senta sicuro nel portare i tuoi contenuti e i tuoi racconti, con le tue sensazioni ed emozioni.

 

Qualche esempio? L’esperienza della psicologa online

La relazione terapeutica online scavalca il lettino, esce dalla porta dello studio e supera persino lo schermo. Lo strumento digitale avvicina il professionista ai luoghi della vita dell’interlocutore, lo spazio non è neutro, è sicuro e tutelato offrendo qualche spaccato della quotidianità del cliente.

Il parco vicino casa sotto quell’albero così isolato da regalare riservatezza insieme a una boccata d’aria fresca, l’ufficio dopo una giornata di lavoro terminata molto tardi, l’auto dove rifugiarsi per allontanarsi dai coinquilini, o dalla famiglia, l’angolo della piazza dove non passa mai nessuno, la casa al mare dove si è deciso di passare il weekend, la spiaggia deserta.

I luoghi della psicoterapia online a volte portano con sé i problemi raccontati, la fuga dalle mura domestiche o la scusa di portare fuori il cane per trovare un posto in cui non farsi sentire. Molte altre volte invece sono belle storie, storie in cui la persona porta con sé il terapeuta in un luogo dove regalarsi il proprio momento e il coraggio di volgere lo sguardo a un cambiamento.

Leave a comment