Assistenza psicologica ai tempi del Coronavirus

La ricerca di aiuto psicologico online durante la quarantena

Il nuovo contesto di emergenza nel quale tutti e tutte siamo inseriti, e tutte le criticità che porta con sé, ha spinto molte persone a cercare assistenza psicologica per affrontare, nella maggior parte dei casi, problematiche che da tempo volevano affrontare. Molte tra le persone che si sono rivolte a questo sito hanno portato questioni e tematiche in ballo da tempo, utilizzando questo momento per sfidare blocchi e dubbi fino a prima ignorati o soffocati.

Questo articolo nasce con l’idea di raccontare come molte persone stanno vivendo l’emergenza sanitaria: affrontando i problemi generati o amplificati in essa, ma anche quelli precedenti, che per mille ragioni non erano stati messi discussione fino ad ora. A raccontarti l’assistenza psicologica fornita sono io: Laura Princivalli iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e Psicoterapeuta interazionista in formazione, ed è un piacere per me condividere l’esperienza di queste settimane e offrirti la mia disponibilità per un aiuto psicologico on line. Se hai delle questioni aperte o desideri iniziare un percorso psicologico online, puoi contattarmi a info@psicoterapeuta-online.com.

psicologo online

Che tipo di assistenza psicologica cerchi in questo periodo?

Durante queste settimane sono state innumerevoli le richieste di sostegno psicologico. Si potrebbe pensare che l’aiuto cercato sia contestuale alla situazione d’eccezione nella quale ci troviamo: insicurezza sul presente e mancanza di una prospettiva futura da un punto di vista economico, lavorativo, del tempo libero e, più in generale, una totale incertezza su se, quando e come si ricomporrà una sorta di quotidianità oltre (o con) il Coronavirus. Si immaginerebbe che la quarantena sia una delle micce che possono accendere una problematica personale o relazionale che spinge ad andare nella direzione di un percorso psicologico. Molte delle chiamate confermano queste supposizioni.

La maggior parte delle persone che si sono rivolte al sito e che sto seguendo, portano problematiche precedenti al periodo e, molto spesso, non risentono in maniera particolare del momento di generale criticità. Ciò che emerge è sicuramente come una situazione di tale eccezionalità spinga chiunque a muoversi in qualche direzione, compreso l’immobilismo. Questo movimento, per l’esperienza di queste settimane, è molto spesso identificato con “occasione” e “tempo”. Occasione per prendere in mano qualcosa che fino a prima era una problematica ingombrante insieme a tante altre cose della vita. Tempo per gestirla, per vederla, per farla emergere e, finalmente, per fronteggiarla.

Racconti di assistenza psicologica online durante l’emergenza Covid-19

C’è chi vuole imparare a comunicare con il proprio ragazzo, gestendo l’ansia di dire qualcosa che fa paura, chi vuole ricominciare a fidarsi delle persone che ha accanto dopo tante delusioni, chi ha affrontato una malattia in solitudine e ora sente addosso il peso di alcune scelte, chi vuole dare un senso alla vita scoprendo come nonostante le brutte esperienze ci si possa godere i giorni, chi vuole riaccendere la vita sessuale con il proprio partner, chi vuole superare l’ansia da prestazione e chi sente di aver perso la propria autostima cullandola nell’insicurezza che ora provoca sofferenza.

Questi e altri racconti sono di chi ha cercato assistenza psicologica proprio in questo momento, cogliendo una situazione eccezionale per superare scogli quotidiani.

“Uscire dall’ordinario può così essere l’occasione per creare qualcosa di straordinario.”

Leave a comment