Consulto psicologico: quali sono le tematiche che più arrivano alla tastiera dello/a psicoterapeuta online?

Consulto psicologico: quali sono le tematiche che più arrivano alla tastiera dello/a psicoterapeuta online?

Cosa cerchi da un consulto psicologico e cosa trovi

La psicoterapia online attraversa temi, contesti, problematiche e percorsi diversi, tanti quanti le persone che le portano. Il contesto del web tocca ormai ogni sfera della vita quotidiana di ciascuno e la scelta di rivolgersi a un professionista nel mondo virtuale può riguardare questioni tra le più disparate. Certamente, la testimonianza su quali siano i temi più “gettonati” racconta molto più del contesto socioculturale nel quale siamo inserit*, le problematiche che sentiamo, di cui si discute maggiormente, quelle più visibili; che non cosa davvero sia oggetto di consulto psicologico.

In questo articolo la Dr.ssa Laura Princivalli, psicologa iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e Psicoterapeuta interazionista, racconta qualche curiosità sui temi più sentiti, le questioni più portate all’attenzione di una psicoterapeuta online nell’ultimo periodo.  Se leggendo questo articolo volessi avere qualche informazione o chiarimento in più, o volessi iniziare un percorso psicologico online con lei o i/le suoi/sue collaboratori/trici puoi contattarla a info@psicoterapeuta-online.com.

psicologo-onlineConsulto psicologico online: relazioni, sessualità e ansia

La Dr.ssa Princivalli in queste righe ti fa immaginare delle macrocategorie di domande che arrivano alle sue cartelle digitali e ti fa curiosare tra esse. Quali sono? Che storie ci sono dentro? È ciò che ti aspettavi?

Innanzitutto, le relazioni. La grande macrocategoria: relazioni con sé stessi, con gli altri, con il mondo. Se sbirciamo tra gli appunti virtuali si trovano percorsi personali, crescite ed evoluzioni e il rapporto con ciò che c’era prima o ciò che si vorrebbe dopo. E poi la sfera sentimentale: l’altro o l’altra, gli altri, ma soprattutto noi con loro. La famiglia, gli/le amici/che, i/le colleghi/e, i/le superiori, i/le dipendenti/e. Come interagisci? Come vuoi cambiare?

Molti sono i casi in cui si arriva a un consulto psicologico mettendo al centro gli aspetti relazionali come causa o come effetto della scelta di rivolgersi a un/a psicologo/a. È proprio in questo spazio, lo spazio interattivo, dove si costruiscono, o si decostruiscono, altri aspetti.

La sessualità, in tutte le sue forme, anch’essa sottoforma di macrocategoria al cui interno si trovano questioni riguardanti la corporeità, il genere, l’orientamento, i comportamenti e le abitudini sessuali, l’attività riproduttiva e molto altro. Lo/la terapeuta online come strumento per chiarirsi e comunicare in merito a temi che socialmente sono ancora delicati e di difficile condivisione.

Infine, rimane una questione macro quella dell’ansia. Contenitore al cui interno finiscono paure e ossessioni, compulsioni e preoccupazioni, il cosiddetto “stress” e il famoso “carico emotivo” in un overthinking che tocca i più svariati argomenti, arriva in qualunque momento, in situazioni molto diverse.

Un consulto psicologico per raccontare la tua storia, diversa da tutte le altre

L’escamotage delle categorie è servito in questa sede per permetterti di spulciare tra gli appunti della psicologa. Ogni suo appunto racconta una storia, e ogni storia è diversa, esula da categorie e diagnosi, definizioni e caselle. La terapia è un percorso, un processo, mancante di elementi statici che possano essere ingabbiati e standardizzati.

“È importante, pur divertendosi a immaginare ciò che spinge le persone a cercare supporto psicologico online, rispettare le differenze, più delle somiglianze, il micro più che il macro, la soggettività che rendono ciascun “tema”, o “questione” unico: solamente la tua storia.”

Leave a comment