Lo psicoterapeuta cosa fa? Curiosità nel mondo online

Tutti i dettagli sulla terapia online

Lo psicoterapeuta cosa fa? Questa domanda arriva spesso, direttamente o indirettamente, agli occhi (o allo schermo) dello psicoterapeuta online. L’immaginario legato a questa figura è molto ricco: ci si immagina qualcuno/a che ascolta o che consiglia, un/a professionista con qualche trucchetto quasi magico, una persona che possa risolvere un problema, qualcuno/a molto empatico/a, che sappia mettersi nei panni dell’altro/a, senza giudicare ma che sappia guidare il percorso e chissà che cos’altro. Quando il professionista lavora a distanza le aspettative acquistano significati ancora diversi, e molto spesso, anche senza chiederlo appare chiaro che la persona che sta prendendo in considerazione il percorso si chieda: online lo psicoterapeuta cosa fa? Che cosa si intende per percorso mediato da mezzi di comunicazione digitale? Cosa implica?

“Lo/la psicoterapeuta online si occupa di ciò di cui si occupa lo/la psicoterapeuta “classico”: guida un percorso relazione costruito da entrambi, sulla base della storia, dei contenuti portati dal paziente con l’obiettivo di un cambiamento.”

In questo articolo a provare a rispondere a qualche domanda sono io: Laura Princivalli iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e Psicoterapeuta interazionista in formazione ed è un piacere per me provare a fare un po’ di chiarezza su ciò che riguarda la figura del terapeuta. Se hai delle questioni aperte o desideri iniziare un percorso psicologico online, puoi contattarmi a info@psicoterapeuta-online.com.

Lo psicoterapeuta cosa fa e come

Appurato che il/la professionista online si muove nella stessa direzione e si occupa della stessa attività dello psicoterapeuta che lavora face to face, è necessario entrare nel merito di cosa si intenda per “guida un percorso relazionale” sopra riportata come l’attività cardine del suo lavoro. Il percorso relazionale, come dico sempre ai/alle mie/i interlocutori/trici, viene sviluppato insieme in termini di frequenza delle sedute, e di durata. Come per molti altri temi non ci sono regole prestabilite né strategiche, se non cucire il rapporto terapeutico sulle persone coinvolte. “Guidare il percorso” significa esattamente questo: cucirlo sulla base dei soggetti interessati a partire dagli obiettivi condivisi e dalla storia portata. La modalità attraverso cui farlo è caratterizzata dallo stesso tipo di flessibilità. La frequenza delle sedute viene valutata sulla base delle esigenze del/la cliente, le disponibilità e sull’andamento del percorso e delle tematiche trattate. La durata, allo stesso modo dipende da numerose variabili, condivise passo passo.

Curiosità, aspettative e retroscena di una psicologa online

Ho scelto la domanda “lo psicoterapeuta cosa fa?” tra le altre poiché le molte richieste che arrivano a questo indirizzo svelano aspettative, a volte speranze, di molte persone riguardo al ruolo di questo professionista. Molte persone entrano in punta di piedi, chiedendo “come funziona”, senza far trasparire la motivazione che li/le spinge a cercare un aiuto psicologico online, altri chiedono da subito la possibilità di intraprendere un “percorso” e partono dal bisogno, dall’idea che possa essergli utile in generale o su tematiche specifiche. C’è chi lo chiede direttamente “ma lo psicoterapeuta cosa fa?”. Qualcuno/a cerca il sollievo di una risposta veloce a un problema presentato in poche righe “Questa cosa che mi accade è normale?” “si può superare?” a volte anche “si può curare?”. Capita che si cerchi una consulenza su problemi sentimentali “Ho paura dell’amore. È normale?” o semplicemente un consiglio.

A tutti/e rispondo: approfondiamo, anche attraverso una telefonata e raccontiamoci. Questo ci permetterà di confrontare, condividere le nostre rispettive aspettative sull’altro/a e capire come affrontarle e se farlo insieme.

Leave a comment