Terapia online: tempi e regole

Frequenza, durata e costruzione del percorso psicologico online

Intraprendere una terapia online è equiparabile a muovere i primi passi in una terapia classica, la mediazione di un dispositivo di comunicazione digitale (lo schermo del pc o lo smartphone) è ciò che distingue le due cose. La vera variabile è la relazione tra terapeuta e cliente. I tempi e i modi sono dettati proprio da quest’ultima ovvero da un accordo e da una valutazione progressiva da parte di entrambi.

Di seguito verrà approfondito qualche aspetto “logistico” legato alle varie curiosità che circolano sull’ambito della terapia online. Domande e richieste che molto spesso mi vengono poste direttamente dalle persone che sento e che si affacciano al tema. A sciogliere i dubbi in merito sono io: Laura Princivalli iscritta all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e Psicoterapeuta interazionista in formazione, ed è un piacere per me accompagnarti alla scoperta di questo argomento e/o supportarti on line.. Se hai delle questioni aperte o desideri iniziare un percorso psicologico online, puoi contattarmi a info@psicoterapeuta-online.com.

psicologo online

Quali sono i tempi della terapia online?

Per la mia personale esperienza, esattamente come in una psicoterapia “standard”, dopo un breve colloquio telefonico in cui conoscersi ed esporre situazione e i dettagli sul percorso si può iniziare con una prima seduta. Ogni passo, ogni decisione, ogni novità viene valutata insieme, con la trasparenza del terapeuta e sulla base di un accordo con il cliente. La terapia online, per come viene da me portata avanti risponde a quante più esigenze possibile e per questo si rende flessibile. Flessibile negli strumenti: qualsiasi dispositivo che garantisca un supporto audio e video è ben accolto: Skype, WhatsApp, Zoom, Google Meet e altri. Flessibile negli spazi: qualsiasi luogo che ti permetta di sentirti in intimità, a tuo agio e libero di raccontare è considerato adeguato. Inoltre, è flessibile nei tempi: Non c’è una durata né una frequenza predefinita, né consigliata a priori. Entrambi gli aspetti si costruiscono insieme, mattone dopo mattone con il ritmo necessario per la persona.

“Lo psicoterapeuta online ha la possibilità di offrire al proprio interlocutore il maggior numero di opzioni per il proprio cambiamento. Così che tu abbia la possibilità di portare e costruire la storia che vorresti.”

Tempi della terapia online: durata e frequenza

Quali sono dunque le regole sulla durata e la frequenza delle sedute? Le regole sono le nostre. Quelle che decidiamo insieme, terapeuta e paziente e che siamo pronti a porre, e modificare sulla base dei risultati e dell’andamento delle sedute. Ogni quanto? Fino a quando? Sono spesso domande che mi vengono poste a cui non si può dare una risposta prima di iniziare. Si può partire da una tua esigenza in termini di frequenza, con la possibilità di ricalibrarla per necessità di percorso, per urgenza dei temi emersi e portati, o semplicemente per una valutazione del terapeuta sulla base degli obiettivi condivisi.

Anche per la durata valgono le stesse regole: non solo il paziente è libero di interrompere il percorso senza vincoli, come in qualsiasi psicoterapia standard, ma costruisce insieme al terapeuta le prospettive della terapia online, che sia di una o qualche seduta o che si necessiti di un percorso più lungo in linea con gli obiettivi posti e monitorati di volta in volta.

“La terapia online è lo spazio virtuale costruito e gestito da te e dal terapeuta, click dopo click.”

Leave a comment